marcomm news

Festival dell’e-book ad Abbadia San Salvatore

In Eventi, In evidenza on 10 novembre 2010 at 08:33

Il 12 e 13 novembre autori, editori ed esperti daranno vita a dibattiti e approfondimenti sul mezzo digitale e il suo futuro, con particolare attenzione alle applicazioni disponibili per l’utilizzo del libro elettronico.
Quanto le opportunità offerte dalla tecnologia digitale posso fondersi con la cultura tradizionale e rilanciare il settore dell’editoria? L’e-book è davvero un ponte tra passato e futuro? E come cambia il mestiere di autore nell’epoca digitale? A questa e tante altre domande ancora cercheranno di dare una risposta esperti, autori, editori, addetti ai lavori e semplici fruitori che parteciperanno al primo ‘Festival nazionale dell’e-book’ il 12 e 13 novembre ad Abbadia San Salvatore (SI).

La due giorni di incontri, riflessioni, dibattiti e approfondimenti sul libro elettronico e il suo futuro, che si inserisce all’interno del progetto ‘Leggere è volare’, la festa del libro per ragazzi organizzata dalla Provincia di Siena da 5 al 28 novembre, cercherà di fare il punto sui temi caldi legati all’evoluzione del mercato, al libro elettronico per uso didattico, agli scenari futuri  sui margini di sviluppo e di crescita delle realtà consolidate ma anche di quelle piccole ma innovative.

“Il Festival dell’e-book è destinato nelle nostre intenzioni – ha detto il vicesindaco di Abbadia Patrizia Mantengoli durante la presentazione del festival alla stampa – a raccogliere le principali iniziative di promozione della lettura e della cultura, che già da diversi anni si svolgono nel territorio, e riproporre in un’ottica nuova di scambio intergenerazionale, l’apporto che i contenuti legati alle tradizioni possono dare alle nuove tecnologie e viceversa”.

La scelta di organizzare ad Abbadia San Salvatore il Festival dell’e-book, infatti, non è un caso. Qui già da tempo si favoriscono progetti che mettono le tecnologie avanzate al servizio della comunità con progetti pilota che vanno dalla comunicazione interattiva multimediale fino al digitale terrestre, dalla partecipazione elettronica alla teleassistenza per gli anziani oltre all’innovazione interna del Comune con l’adesione a progetti regionali e nazionali.

“Un’iniziativa – ha commentato il Presidente di Uncem[1] Toscana, Oreste Giurlani – che può permettere ai territori montani di crescere e, soprattutto, dare nuove possibilità ai giovani”. “Ritengo sia un’iniziativa di grande valore perché tratta un tema fortemente innovativo. Come Uncem su questo fronte siamo attivi già con i progetti ‘Senza Zaino'[2] ed ‘Errequ@dro'[3] e crediamo che sperimentare l’E-Book in Montagna possa accrescere l’esperienza della Montagna come laboratorio di innovazione”.

“L’obiettivo delle due giornate del nostro Festival – dice la coordinatrice, Daniela Brancati – sarà quello di fornire un quadro complessivo delle opportunità e dei problemi che autori, case editrici, scuola e società si trovano ad affrontare. Ormai l’e-book è una realtà importante in tutto il mondo e il mercato italiano non può prescinderne”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: