marcomm news

Kindle Singles: già venduti 2 milioni

In eBook reader, In evidenza, Mercato e Trend, Varie on 16 marzo 2012 at 10:54

Nel settore degli ebook Amazon è stata tra le aziende innovatrici e, con il senno del poi, il lancio dei Kindle Singles nel 2011 ha riservato al gruppo piacevoli sorprese. Nei 14 mesi che hanno caratterizzato il programma, infatti, sono stati venduti oltre 2 milioni di Kindle Singles, con risultati positivi per l’azienda, per gli autori e per gli editori coinvolti.

Kindle Singles è il servizio di Amazon che interessa il mercato degli ebook brevi: più corti di un romanzo, ma più lunghi di un articolo. Attualmente ci sono 165 Singles sullo store di Amazon, con il numero che cresce di circa 3 nuovi racconti a settimana. Un pratico sistema di vendita di mini-ebook venduti al prezzo minimo di 0.99 dollari (ma la maggior parte si trovano a 1.99 dollari), con l’autore che fissa il costo.

Di queste entrate, Amazon trattiene il 30%, mentre il restante 70% va a finire agli editori o agli autori. Se si considera che sono stati venduti più di 2 milioni di Kindle Singles, e calcolando un prezzo medio di 1.87 dollari, si può facilmente stabilire che Amazon ha guadagnato 1.12 milioni di dollari.Quello dei mini-ebook sembra essere un mercato con delle caratteristiche particolari, che rappresenta un punto di riferimento per gli autori meno conosciuti. Ne è convinto David Blum, professore a contratto presso l’Università della Columbia ed ex redattore capo di Village Voice e New York Press, che guarda a Kindle Singles come ad un’occasione per promuovere gli scrittori sconosciuti, tra i quali ci sono anche suoi ex allievi. E le sue parole confermano la bontà dell’iniziativa: « Ci sono un sacco di ostacoli nel mondo dell’editoria tradizionale,» dice Blum, e Kingle Single rappresenta una «via di mezzo tra la rivista e il libro».

Ma non bisogna pensare che Kindle Singles sia solo un rifugio per scrittori di cui nessuna ha sentito parlare. Perchè, tra le 50 proposte settimanali che il servizio riceve, solo il 6% viene accettato, mentre tra i nomi degli autori presenti nello store compaiono scrittori noti come Lee Child, Stephen King, David Baldacci, Dean Koontz, Karin Slaughter, Jodi Picoult, Jon Krakauer. Se lo store si ingrandirà sempre più diventerà sempre più difficile, per i piccoli autori, potersi distinguere.

La differenza tra Kindle Singles e iniziative simili realizzate dai concorrenti è la promozione che Amazon offre agli autori. Ma, in previsione del raggiungimento dei 280 ebook entro la fine dell’anno, è ovvio che l’effetto vetrina diminuirà con il tempo. Quello che è ovvio, però, è l’evidenza del cambiamento di un settore, il cui mercato sta profondamento mutando in parallelo con le nuove tecnologie che avanzano. Per editori e scrittori si tratta di un grande punto di svolta, per Amazon ci sono in gioco importanti guadagni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: