marcomm news

Posts Tagged ‘Apple’

iBooks 2: dati del debutto e critiche

In In evidenza, Servizi, Varie on 30 gennaio 2012 at 11:44

Ottimo debutto per iBooks2, l’applicazione di Apple per il download degli e-book, i libri elettronici visualizzabili su iPad e su altri tablet ed ebook reader. I dati diffusi dal Global Equities Research parlano di 350.000 download di libri di testo effettuati nelle prime 72 ore, mentre negli stessi tre giorni iBooks Author (l’app gratuita di Apple con cui si possono creare libri interattivi) è stato scaricato 90.000 volte.

C’è da dire che questi numeri sono influenzate dai curiosi, ma in ogni caso è un dato di fatto che gli utenti sembrano aver apprezzato questo nuovo modo di fruizione della letteratura e della narrativa, ma anche dell’istruzione.

Nonostante questi dati positivi, dalla Rete sono giunte però anche delle critiche al nuovo servizio dell’azienda di Cupertino. Slader, un servizio online che fornisce risorse per studenti del liceo, ha infatti commentato: Leggi il seguito di questo post »

Per il tablet utenti disposti a spendere fino a 500 dollari

In In evidenza, Mercato e Trend on 17 dicembre 2010 at 07:39

Mentre il nostro piccolo sondaggio sugli eBook Reader  mostra l’iPad in testa col 30% dei voti, una recente analisi di mercato condotta sul territorio europeo evidenzia che  l’iPad costa troppo. Due terzi dei potenziali acquirenti dei tablet non sono disposti a spendere più di 500 dollari: lo rivela lo studio “Apple’s iPad: Users, buying intentions and price expectations” di Strategy Analytics. La società di ricerche indica infatti che il prodotto della Mela potrebbe risentire della concorrenza delle lavagnette meno care che stanno raggiungendo il mercato.  Gli analisti hanno intervistato, tra luglio e settembre 2010, 4.800 consumatori di Stati Uniti, Francia, Germania, Italia e Regno Unito. Tra coloro che stanno considerando l’acquisto di un tablet, due terzi dicono di non essere disposti a pagare più di 500 dollari. Questo è il prezzo base per l’iPad: il meno costoso in vendita negli Usa, quello che si connette su WiFi, costa 499 dollari. I competitor più attenti al prezzo, afferma Strategy Analystics, potrebbero facilmente erodere quote di mercato ad Apple. Leggi il seguito di questo post »

Digital NewStand

In In evidenza on 1 ottobre 2010 at 08:41

Molti rumors indicando che la Apple sta per dare vita a un sistema tipo iBookstore ma per i quotidiani.Forse verrà chiamato Digital NewStand. Secondo Bloomberg che, ha diffuso questo rumor, il CEO di Apple vuole creare questa piattaforma ma, vuole anche avere dei controlli su quello che si pubblica e soprattutto sul come lo si fa, infatti l’offerta, non solo deve contenere li quotidiano che si trova in edicola ma, deve essere implementato con aggiornamenti continui e sistemi multimediali (video, musica e foto). Ovviamente questo controllo non viene ben visto dagli editori ma, sappiamo che Steve Jobs ricerca la perfezione in modo maniacale e chi non lo accetta, può cercare altrove la sua fortuna ma poi, non pianga se, il CEO di Apple, aveva ragione.

Larsson a quota un milione di eBook

In In evidenza, Libri on 30 luglio 2010 at 08:39

Stieg Larsson

Primo autore a vendere oltre un milione di eBook sulla sua libreria elettronica Kindle a sei anni dalla sua morte avvenuta nel 2004 a causa di un attacco cardiaco fulminate.  Si tratta dello scrittore svedese, già caporedattore del  magazine ‘Expo’ Stieg Larsson e la notizia viene data dal distributore statunitense Amazon.
Larsonn è ricordato oggi come colui che ha spopolato nelle librerie di tutto il mondo con i tre libri della saga di ‘Millennium’. ‘Uomini che odiano le donne’, ‘La ragazza che giocava con il fuoco’ e ‘La regina dei castelli di carta’ figurano, infatti, nella classifica dei primi dieci libri più venduti di Kindle dal varo della libreria (avvenuto nel 2007), e in vendita da Amazon al prezzo di 7, 16 e 9,99 dollari. Meno costosi dei libri tascabili, le tre opere del compianto autore possono essere lette su Kindle e Kindle Dx, ma anche caricando l’applicazione Kindle sui dispositivi Apple (iPhone, iPod Touch, iPad, Mac) e sui Blackberry. Oltre un milione di copie vendute dicevamo, che stanno in qualche modo anche a significare la vivacità del mercato oltre che l’interesse dei lettori nel preferire il digitale al cartaceo.

Leggi il seguito di questo post »

Anche Sony lancia la sua piattaforma

In eBook reader, In evidenza, Mercato e Trend on 1 giugno 2010 at 08:02

Sony ha annunciato che il primo luglio formerà una nuova società di distribuzione del settore elettronico, in Giappone, con altre tre compagnie. Il produttore giapponese, che deterrà una quota del 25% della nuova unità, ha dichiarato che la società con Kddi, Toppan Printing e Asahi Shimbun istituirà una piattaforma di distribuzione di contenuti digitali, come libri, riviste e quotidiani. Le aziende intendono avviare i servizi entro la fine dell’anno. La notizia arriva giusto un giorno prima dell’arrivo in Giappone dell’iPad di Apple che renderà ancora più agguerrito il mercato dei libri digitali.  L’eReader più noto è il Kindle di Amazon, che si prepara a lanciarne una versione a colori. Lo ha detto Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato della società di Seattle parlando all’incontro annuale con gli azionisti. “Aggiungere il colore all’inchiostro elettronico del Kindle è una sfida difficile dal punto di vista tecnico – ha aggiunto Bezos -, dunque per il display a colori ci vorrà ancora un po’ di tempo”. Altri modelli di eReader, o i tablet come quello della Apple, hanno schermi Lcd a colori ma consumano più energia dei display con l’inchiostro elettronico e-ink e danno più difficoltà nella lettura con la forte luce del sole. Bezos ha aggiunto che dal 2007, anno del lancio di Kindle, sono stati venduti milioni di unità, senza però precisare quanti.

iPad 3G wireless

In eBook reader, In evidenza on 4 maggio 2010 at 08:43

Apple  ha iniziato tre venerdì e sabato a vendere in USA  la versione del suo iPad con collegamento wireless ad alta velocità, denominato iPad 3G. Dopo il lancio del modello Wi-Fi, ecco dunque arrivare la connettività Umts/Hsdpa integrata con la possibilità di inserire micro Sim degli operatori mobili (si vocifera che 3 Italia potrebbe essere il primo operatore a distribuire il prodotto nei negozi italiani).

Vi segnaliamo questo link, dove è possibile vedere una prima videorecesione a cura di Cellularemagazine.it.

Se invece volte vedere il video di casa Apple, recatevi qui.

Non si tratta di una  recensione in ottica eBook, ma più che altro una prima disamina di varie funzionalità delliPad.

Ricordiamo che il prezzo del modello 3G — che supporta anche la tecnologia Wi-Fi – va da 629 a 829 dollari. L’iPad solo Wi-Fi si acquista invece a 499 dollari.
Apple aveva venduto 300.000 iPad nel weekend di lancio del 3 aprile e circa mezzo milione di unità nella prima settimana. Nonostante il dispositivo non raggiungerà il mercato italiano e quelli di tutta Europa fino alla fine di maggio, alcuni analisti si aspettano che Apple venderà circa 5 milioni di pezzi quest’anno.

eBook: altalena di prezzi

In Mercato e Trend on 1 maggio 2010 at 16:12

La presentazione del tanto atteso tablet Apple iPad ha scatenato una vera e propria rivoluzione dei prezzi,  nel mercato eBook, che vede come protagonisti assoluti ancora Apple ed Amazon, scrive per PMI.it Noemi Ricci.  Qual è il ruolo dell’iPad in questa disputa?

Finora Amazon deteneva il monopolio del settore costringendo gli editori ad accettare i prezzi d vendita stabiliti per il Kindle. Con Apple come competitor, la conseguenza è una maggiore flessibilità nel mercato.

Un esempio per tutti: l’editore USA Macmillan ha chiesto di alzare i prezzi dei suoi libri su Amazon, per allinearsi a quelli su iBooks, il nuovo store di Apple.

La reazione immediata? Amazon ha finito per escludere i volumi in questione dallo scaffale virtuale, sia in formato cartaceo che elettronico…Ma non è chiaramente una strategia sostenibile.

Soprattutto perchè Apple lascerà all’editore la possibilità di scegliere il costo di vendita dei libri, fissando una percentuale sulle entrate: 70% all’editore, 30% ad Apple.

Se questa situazione può essere positiva per gli editori, resta da capire le ripercussioni sugli utenti finali. Di certo, potrebbero presto scendere in campo più case editrici con un’offerta differenziata e contenuti ancor più ricchi e accattivanti (magari con l’aggiunta contenuti multimediale e web integrati: link, filmati con interviste all’autore, approfondimenti, audio e così via).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: